perchè questo blog?

L'Italia è diventata da anni paese di immigrazione ma da qualche tempo si registra un crescere di fenomeni di razzismo. Dopo la morte di Abdul, ucciso a Milano il 14 settembre 2008, ho deciso che oltre al mio blog personale avrei provato a tenere traccia di tutti quei fenomeni di razzismo che appaiono sulla stampa nazionale. Spero che presto questo blog diventi inutile...


lunedì 25 maggio 2009

Serrano (IdV) nel mirino. Svastiche, croci e scritte razziste sui manifesti elettorali a Piazzola

Scritte razziste sui manifesti elettorali del candidato alle provinciali dell'Italia dei Valori Edgar Serrano. «Vai via sporco negro», «negri raus», «non sei italiano, vai a casa tua» e così via. Il tutto accompagnato da svastiche e croci celtiche disegnate sul volto del candidato di Villafranca, che nella passata amministrazione era stato anche assessore comunale alla partecipazione di Piazzola.

L?attacco a Serrano si è verificato un po' ovunque nel paese, dove sono strati strappati quasi tutti i manifesti elettorali. Soprattutto a Vaccarino e Tremignon, dove le scritte sono state pesanti e di matrice xenofoba, firmate da Forza Nuova. «Mi ha avvisato una signora sabato sera - racconta Serrano, che ieri pomeriggio ha presentato formale denuncia alla caserma dei carabinieri di Piazzola - Mi ha riferito che a Vaccarino erano comparse frasi ingiuriose nei miei confronti sui tabelloni elettorali. Verso le 23 sono andato a vedere: tutti i miei manifesti erano imbrattati di nero, con parole oltraggiose e xenofobe. Ieri ho controllato tutte le frazioni e mi sono reso conto di essere stato oggetto di un vero raid razzista: i manifesti erano tutti strappati nel volto quasi a voler cancellare l'identità. Non riesco a comprendere un gesto simile, che testimoniano solo ignoranza e intolleranza. Sono molto amareggiato. Non posso accusare nessuno, ma ritengo moralmente responsabili tutti quei politici che in questi ultimi mesi non hanno fatto altro che buttare benzina sul fuoco sulla questione dell'immigrazione. Chi mi conosce sa che mi sono sempre battuto per l?integrazione da una parte e per isolare gli immigrati delinquenti dall'altra. E questa è la ricompensa che ricevo».

Di origine venezuelana, Serrano è pedagogista, docente all'Università di Padova ed è stato commissario del ministro della salute Livia Turco. A Piazzola è stato assessore nella giunta Cavinato e proprio durante il suo mandato è stata istituita la consulta delle comunità straniere che tuttora è un singolare esempio di partecipazione e integrazione. «Non mi aspettavo un episodio del genere proprio a Piazzola - denuncia Serrano - Sapevo che ci sono gruppi di giovani poco tolleranti, ma al di là del loro gesto, la responsabilità è dei politici». «Un fatto grave e preoccupante - commenta il coordinatore provinciale IdV Giulio Civardi - L'ignoranza non ha proprio limiti. La mia solidarietà a Edgar, che si è molto prodigato per gli altri e ora riceve queste minacce assurde. E' avvilente. Oggi ne parleremo al Pedrocchi, alla presentazione della lista, e sicuramente domani interverrà anche Di Pietro a Padova».

fonte: Espresso

2 commenti:

marginalia ha detto...

Svastiche anche a Bo, l'altro ieri sul cippo che ricorda la staffetta partigiana Tosca:

http://marginaliavincenzaperilli.blogspot.com/2009/05/una-svastica-per-tosca-staffetta.html

e oggi, sempre a Bo, presso il circolo Iqbal Masih ...

Antonio ha detto...

Ognuno deve rimanere in casa propria. A prescindere dalla razza. Basta immigrazione selvaggia.